Parliamo di home staging!

Grazie all’home staging si analizza il metodo progettuale più indicato per realizzare un total look di un interno abitativo, per i seguenti obiettivi: vendere nel minor tempo possibile un ‘appartamento o una casa indipendente, per affittare una struttura extra ricettiva aumentando le richieste nel tempo, per ristrutturazioni improvvise che comunque richiedono un investimento economico poco oneroso, o semplicemente per spostare l’arredamento già presente in un interno per rinnovare il layout.
Gli obiettivi da raggiungere sono gestire il lavoro con tecniche di relooking, recuperare e ottimizzare gli spazi abitativi disponibili, sapere scegliere l’arredo più consono per offrire aree funzionali ed esteticamente equilibrate nei cromatismi e nelle forme.

Per fare comprendere alla committenza il rinnovamento, per l’intervento di relooking si realizza una stesura di diverse concet board (tavole di concetto) per fornire visivamente e con chiarezza gli interventi svolti.

Esempio di un soggiorno arredato in stile moderno.

Si utilizza un formato grafico in A3 in cui si inserisce al centro la pianta dell’immobile di solito in scala 1:50, o 1:20, colorata con pastelli o pantoni. Attraverso didascalie numerate si inseriscono le immagini dal web scelte per quanto riguarda l’ arredo, gli oggetti decorativi, rivestimenti, tessile, l’illuminazione, le tinteggiature, e tutto ciò che possa rendere un interno stilisticamente rinnovato e funzionale. Per completezza si allega sempre un riepilogo spesa finale, dettagliato con numero dell’oggetto riportato in didascalia nella concept, l’immagine del prodotto, la quantità occorrente, il prezzo unitario, per poi sapere il totale previsto per l’ investimento.

Il lavoro di home staging con competenze nell’ interior designer si basa sulla progettazione tecnica senza l’utilizzo di software specifici, ed il renderign 3D che è utilizzato a discrezione del professionista, cosi come il servizio fotografico (due strumenti di utilità ma molto onerosi per i clienti).
I software non insegnano a progettare ma rappresentano solo un’alternativa alla resa grafica manuale. Il disegno tecnico manuale è la maniera assolutamente più chiara e diretta per visualizzare graficamente il nuovo riassetto di stile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.