Interno abitativo

Parliamo di home staging e interior designer.

Sicuramente avrai già sentito parlare di home staging…capiamo insieme di cosa stiamo parlando. La parola stessa, tradotta, significa casa – palcoscenico. L’intervento di un home stager professionista consiste nel rendere un interno abitativo il più possibile funzionale, attraverso un ottimale utilizzo degli spazi disponibili e accogliente dal punto di vista estetico. Cambiando la disposizione dell’arredo già presente è possibile ottenere da subito un appartamento più dinamico e ordinato nel complesso. Tinteggiando le pareti nei punti giusti e con un colore adatto, in simbiosi con gli arredi e gli oggetti di design circostanti, si ottiene più profondità in una stanza, dove la provenienza della luce naturale gioca un ruolo fondamentale.

Interno abitativo
Immagine di un interno abitativo zona soggiorno.

Le competenze in homestaging e interior designer insieme completano nettamente le capacità personali di interagire in totale sicurezza e con maggiore conoscenza del settore perché non solo si interviene sul’arredamento, tinteggiature, rivestimenti, tessile, oggettistica e decorazione, ma anche sull’importanza di utilizzare nella maniera più giusta lo spazio disponibile di un interno abitativo, dove è possibile gestire la metratura disponibile per creare un bagno in più, un ripostiglio, una divisione ben gestita tra zona giorno e zona notte, e soprattutto stabilire le giuste distanze tra una parete e un arredo, tra gli arredi, in considerazione dello spazio di movimento che una persona occupa quando è seduta ad un tavolo, quando deve spostarsi da un ambiente all’altro e molto altro.

In caso di una ristrutturazione è possibile quindi ottimizzare nel complesso un immobile attraverso l’abbattimento o la costruzione di tramezzi non portanti, e rispettando le misure di legge degli stessi. E’ necessario seguire una logica ben precisa e studiare la soluzione migliore sviluppando più idee e scegliendo alla fine la migliore fra tutte. Dopo un attenta analisi e progettazione con competenze nel settore dell interior designer, è possibile intervenire con le conoscenze in home staging proponendo un lavoro che consiste in una descrizione dettagliata degli interventi e modifiche apportate, una serie di concept dove al centro si visualizza la pianta dell’immobile colorata con tecnica a scelta, ed intorno ad essa le immagini con didascalie e una breve descrizione degli articoli proposti, oltre che un riepilogo spesa finale che deve rispettare il badget della committenza. Nel riepilogo spesa si visualizzan singolarmente le immagini degli articoli, la descrizione con le relative misure e lo shop onlne di riferiemtno perl’acquisto, il prezzo unitario, la quantità necessaria, il prezzo totale ad articolo e il totale di tutto il necessario.

Quindi in caso di necessità affidatevi a chi, oltre ad avere conseguito il titolo professionale di home stager, ha approfondito gli studi anche nel settore architettura d’interni. Diffidate da corsi di formazione della durata di una settimana, ma rivolgere il vostro interesse e attenzione nei confronti di chi ha raggiunto il titolo professionale studiando per anni con vera passione e risolvendo moltissimi elaborati tecnici, oltre che approfondire moltissime argomentazioni individualmente per interesse veramente sentito.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.