Le risoluzioni fotorealistiche in rendering 3d offrono una valida alternativa e supportano maggiormente un’elaborazione grafica progettuale.

Grazie a diversi software gratuiti o in vendita anche tramite abbonamenti annuali, è possibile gestire una progettazione di un immobile ad esempio da ristrutturare, creando una risoluzione fotorealistica a tutti gli effetti valida e per molti fondamentale.

Oltre alle elaborazioni grafiche a china o realizzate con tecniche grafiche diverse come pastelli, pantoni o acquerelli, è possibile offrire anche questo servizio sempre più richiesto e che completa maggiormente un lavoro.

Vi allego un sito che per me è stato fondamentale per diversi anni, dove potete chiaramente scoprirne di più e valutare diverse risorse gratuite.

Per scoprire quali sono i software di rendering 3d più conosciuti clicca qui.

Altre informazioni di utilità le trovate cliccando qui.

Una volta scelto il software a voi più adatto a seconda delle capacità personali nell’ utilizzarlo è possibile riprodurre la pianta di un appartamento riportandone le misure esatte della lunghezza, spessore e altezza di tutte le pareti perimetrali, oltre che riprodurre anche i tramezzi interni o colonne portanti, oltre che altre caratteristiche, quali terrazzi in esterno, o ambiente circostante.

Una volta completata la planimetria è possibile iniziare ad arredare e allestire l’immobile scegliendo dalla libreria virtuale del software utilizzato tutti gli elementi che compongono la progettazione, dai mobili più ingombrarti agli oggetti decorativi quali quadri, tessile, piante, vasi e molto altro.

E’ fondamentale scegliere un software di rendering che abbia una libreria virtuale con una vasta scelta di articoli in diverse tipologie di misure, colori e materiali di rivestimento per essere sicuri di affidarsi ad un programma valido ed evitare perdite di tempo inutili.

Durante la fase di realizzazione di un immobile o di un singolo vano abitativo si utilizza la fotocamera virtuale posizionandola da diverse angolature che permette di estrarre una risoluzione o diverse risoluzioni foto realistiche da salvare in cartella una volta selezionate le migliori.

Il rendering non è del tutto indispensabile ma facilità molto la comprensione di una concept board perchè i clienti con più facilità ne capiscono la collocazione dei mobili ed altri materiali compresi i rivestimenti.

Il listino prezzi di un servizio di rendering varia a seconda della metratura da sviluppare, dal contesto esterno all’immobile da riprodurre o meno, e da altre caratteristiche.

Il rendering che riguarda la planimetria ha un costo inferiore ad un rendering dettagliato rivolto agli interni abitativi più o meno complessi.

Nella realizzazione di un home-book tutti gli articoli proposti sono sempre evidenziati mediante didascalie e riferimenti precisi e sono inseriti intorno alla pianta dell’immobile in modo da poterli immaginare e capirne la collocazione rispetto a pareti e alle altre stanze.

Se si riesce a comprenderne la collocazione esatta in molti casi è possibile risparmiare e non richiedere il rendering, che invece è indispensabile nei casi di nuove costruzioni da proporre in vendita.

Rendering 3d