Dovete sapere che biologicamente fino ai tre anni di età, è presente uno sviluppo neurologico intenso per quanto riguarda la riorganizzazione delle sinapsi, ricezione dei suoni, esperienze di memorizzazione, distinzione dei suoni, elaborazione di mappe spaziali, emotività, ecc…

Dai tre ai dodici anni l’attività celebrale è doppia che nei successivi, e si concretizza attraverso i lobi frontali, la parte che pianifica, organizza, mantiene viva l’attenzione, la pianificazione del futuro comportamento, l’emotività, quindi l’apprendimento.  Ne vige quindi l’interesse di noi genitori di interagire anche attraverso  un contatto ambientale e spaziale stimolante.

Ecco perché è di fondamentale importanza arredare lo spazio dedicato ai nostri bambini/e per garantire una stanza prima di tutto sanificata e in sicurezza,  ordinata, pulita e arredata seguendo un metodo pedagogico educativo efficace e riconosciuto a livello internazionale per garantire un  contatto ambientale dove il raggiungimento delle autonomie personali avviene in maniera naturale e spontanea.

La progettazione di “camerette speciali ABC” è indicata specialmente per aiutare i più piccoli se sono presenti difficoltà cognitive o  sensoriali.

La casa può offrire e garantire uno sviluppo cognitivo adeguato se gli spazi sono organizzati in maniera funzionale, sicura, con un arredo a “portata di mano”, accorgimenti particolari, tinteggiature con toni pastello equilibrati con il tessile presente, oltre che materiale didattico educativo, giochi, accessori ed altro…da scoprire!